Pubblicato il

Arte di vivere

Angelica Casini

La pittura è una forma d’arte. Come la musica, la danza, la scultura ecc cc, tutto quello che rappresenta o vuole rappresentare un emozione diventa ARTE e viene realizzata attraverso diversi mezzi e stili, forme e contenuti. Il nostro modo di essere autentici ed unici.

Ma seppur queste ARTI sono espressioni di EMOZIONI provate, innate, condivise, rappresentano comunque l’attimo, il momento.
Rappresentano un tempo finito ed uno spazio definito che può andare oltre il tempo grazie a chi di quell’arte ne ha dato un seguito.
Esiste però un’altra forma d’arte ancora più bella delle semplici arti visive, che può far parte sia del passato, del presente che del futuro. E’ l’arte più difficile da rappresentare non solo perché vasta, da una parte astratta, non definibile, controversa, ma anche perché molto potente, reale, immediata e che non colpisce solo  vista, olfatto, udito, tatto o gusto, ma le comprende tutte, tutti i cinque sensi.Tale forma d’arte è VIVERE!
Arte di vivere
arte di vivere di Angelica Casini
 VIVERE porta con sé tutte le emozioni, tutte le espressioni d’arte e non è rappresentato solo da una semplice danza perché è un insieme di danze, non può essere classificato in uno stile pittorico perché è una serie di stili e musicalmente può avere melodie bellissime, soavi, semplici o rumori fortissimi, orchestre, o solo silenzi.
Non basta solo respirare o far parte dell’esistenza. Nessuno potrà mai insegnartelo, nessuno sarà in grado di indirizzarti senza per questo modificare già il tuo comportamento con l’esterno.
Facciamo cose per far contenti noi pensando di accontentare gli altri. TROPPE PRETESE.
Facciamo ragionamenti anche elaborati perché ci rendano più interessanti agli occhi non solo degli altri ma specialmente di noi stessi. TROPPO STRESS.
Facciamo di tutto per renderci quanto meno piacevoli, fisicamente, culturalmente, interiormente, ricercando l’altro a cui indirizzare il nostro interesse per un nostro  EGOISTICO appagamento. TROPPO ELABORATO.
Abbiamo paura della SOLITUDINE convincendoci che stare con qualcuno possa sopperire o colmare i nostri VUOTI. TROPPE PAURE.
Troppo volubili per ESSERE semplicemente noi stessi.
Se solo imparassimo a dar vita alla nostra VITA, amando la nostra ESISTENZA senza pretendere troppo, senza chiederci troppo, domandarci troppo, imparando anche l’ironia.
Se solo ricercassimo emozioni non traballanti e momentanee, positive o negative o false logiche e falsi sentimenti non avremo già imparato un qualcosa di più di noi stessi? Non avremo scoperto qualcosa in più della nostra ed unica ARTE DI VIVERE?
Infondo Non saremo mai un falso, né una copia, né una rappresentazione.
Siamo ARTE, VITA, STORIA, CULTURA, MONDO. Dobbiamo imparare solo a VIVERE rappresentandoci nella maniera più semplice ed unica.
Cosa ne pensate?
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *